Come nel 2018, la legge di Bilancio del 2019 ha prorogato gli ecobonus anche per quest’anno, seguendo le stesse modalità e regole di applicazione, con detrazione Irpef per i contribuenti privati e Ires in caso di Società sulle spese sostenute per interventi di risparmio energetico.

L’ecobonus prevede i seguenti limiti di spesa:

  • 100mila euro per gli interventi di riqualificazione energetica;
  • 60mila euro per gli interventi sull’involucro dell’edificio;
  • 30mila euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, installazione di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia;
  • 60mila euro per l’installazione di pannelli solari.

nb. La detrazione Irpef avverrà in 10 rate annuali di eguale importo


ECOBONUS PER GLI INFISSI 2019

La sostituzione e l’installazione degli infissi resta uno dei punti forti dell’ecobonus. Infatti anche per il 2019 si potrà beneficiare della detrazione delle spese al 50% con il bonus ristrutturazione, oppure dell’ecobonus 2019 se la sostituzione degli infissi apporta un miglioramento energetico all’edificio.


SOSTITUZIONE DELLA CALDAIA

L’ecobonus Caldaia 2019, spetta per la sostituzione della vecchia caldaia con una detrazione che varia dallo 0% al 65% a seconda delle prestazioni della nuova caldaia. Se la caldaia dovesse essere inferiore alla classe “A” si applicherà una detrazione dello 0%, mentre se la caldaia fosse in classe “A” e dotata delle valvole di termoregolazione la detrazione sarà del 65 % (50% invece se la caldaia fosse in classe “A” ma senza valvole).

INSTALLAZIONE DEL FOTOVOLTAICO

L’agenzia delle Entrate, dove possiamo consultare online la guida dell’ecobonus, ci ricorda che tra gli interventi in cui è prevista una detrazione del 50% rientra anche l’Impianto Fotovoltaico.