Contrariamente ai prezzi di richiesta degli immobili, che segnano una diminuzione del 1,52% rispetto allo stesso periodo del 2017, nel 2018 a Roma il mercato immobiliare sembra in ripresa, non solo le compravendite che segnano anche un 9% di aumento rispetto allo scorso anno, ma anche nei prezzi:

nella Capitale, la previsione per quest’anno è al rialzo, al contrario degli altri capoluoghi e in controtendenza rispetto agli anni passati. Certo l’andamento è diverso a seconda delle diverse zone della città. È proprio dai valori della periferia che si può far dipendere la continua contrazione dei valori negli anni passati, che è arrivata a raggiungere il 2,5% nel 2017 rispetto al 2016. Ma tutte le altre zone della Capitale hanno mostrato un accenno di ripresa dei prezzi medi. Nel 2017 il centro ha registrato un più 1,1% rispetto al 2016 e il semicentro ha riportato un più 0,7% nello stesso periodo. Un andamento a due velocità con una periferia che procede a rilento e non sembra riprendersi neanche nel 2018.

Tra le dieci zone migliori della città per andamento dei prezzi si classificano centro e semicentro, per una media del 4,4% in più sul 2017. Prima in classifica Piazza Farnese (+ 6% tra febbraio 2017 e 2018). Sulla stessa linea anche Piazza del Gesù e San Lorenzo, primo quartiere del semicentro. Incrementi attorno al 4% a Torlonia, Aventino, Trevi e zona limitrofa a Euroma2. La media della città, invece, è in linea con quanto rilevato per il 2017, con lo 0,2% in più.

Fonte: https://www.ilmessaggero.it/casa/news/casa-news/mercato_immobiliare_lazio_roma/3677901.html